• NULLA DI DECISO DI UN EVENTUALE SPOSTAMENTO DELLA FINALE DA LONDRA A ROMA

    Trasferire la finale degli Europei a Roma dalla Gran Bretagna, dove corre la variante Delta? "Rispondo sì per adoperarmi perché la finale non si faccia in un Paese in cui i contagi stanno salendo rapidamente". Lo ha detto il premier Mario Draghi da Berlino, durante la conferenza stampa congiunta con la cancelliera tedesca Angela Merkel, alla domanda sulla eventualità di trasferire la finale dei campionati europei in Italia, considerato l’aumento dei contagi da Covid nel Regno Unito.

    La risposta della UEFA a riguardo, però, non si è fatta attendere. "La Uefa, la federazione inglese e le autorità inglesi stanno lavorando a stretto contatto con successo per organizzare le semifinali e la finale di Euro a Wembley e non ci sono piani per cambiare la sede di quelle partite", si legge nella nota ufficiale. No comment, per il momento, da Downing Street alle parole del presidente del Consiglio italiano. Sull’ipotesi di spostare la finale di Euro 2020, oggi si era esposto anche il presidente della Figc Gabriele Gravina: “Non ci sono le condizioni per poter pensare, sotto il profilo organizzativo, ad una final four a Roma o a Budapest”, togliendo quindi molti dubbi circa la possibilità di un eventuale stravolgimento da parte della UEFA.

  • Austria, Baumgartner avvisa l'Italia: "Abbiamo già fatto la storia, ma non è ancora finita"

    Sarà l'Austria l'avversaria dell'Italia agli ottavi di finale di Euro 2020. Contro l'Ucraina decide una rete di Baumgartner, poi costretto a lasciare il campo per un colpo alla testa. A fine match alla tv austriaca Orf, il centrocampista parla così: "Non me ne rendo ancora conto, mi fa davvero male la testa (il riferimento è al colpo al cranio subito, ndc). Il successo è qualcosa di molto speciale per noi. Adesso, cari austriaci, divertitevi. Gli ottavi di finale contro l'Italia? Saranno molto speciali, abbiamo fatto già la storia, ma la nostra avventura non è ancora finita".

  • En plein Belgio nel segno di Lukaku: Finlandia battuta 2-0, Mertens tenuto a riposo

    Il Belgio vince col risultato finale di 0-2 nella partita contro la Finlandia, assicurandosi gli ottavi di finale con l'en plein di punti. Un autogol di Hradecky al 74' e poi la rete del solito Lukaku all’81' decidono l'incontro. I nord-europei concludono terzi e dovranno sperare nel ripescaggio. Il napoletano Mertens tenuto a riposo dal ct belga Martinez.