• TRAGEDIA A ISCHIA. MARIO RUSCIANO SI TOGLIE LA VITA NEL PROPRIO UFFICIO A BARANO

    Tragedia sull’isola d’Ischia: Mario Rusciano, 47 anni, si è tolto la vita nel suo ufficio, a Barano in località Starza. Il corpo è stato ritrovato senza vita poco fa. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che ne hanno potuto constatare solo il decesso, ed i carabinieri della stazione di Barano che stanno procedendo alle indagini del caso. (le foto scattate sul posto, gentilmente concesseci, sono di Franco Trani)

  • SCENE DI ORDINARIA FOLLIA A TORINO

    Scene di ordinaria follia! Anche oggi in Aurora, in Corso Giulio Cesare a pochissimi metri dalla scuola Parini alle ore 16:15 queste sono le scene a cui i cittadini hanno assistito. È evidente che il tema sicurezza non viene affrontato dalle Istituzioni con le dovute attenzioni. I cittadini di Aurora meritano una risposta concreta.

  • GEPPINO CUOMO RICORDA L'AMICO TEODORO STILLA

    Ciao Teodoro,
    Non piango perché non ti farebbe piacere vedermi piangere. Ci siamo visti poco tempo fa con l’intenzione di rivederci a breve, ma il tempo è volato e non l’abbiamo più fatto. Non c’era bisogno di parlare molto per capirci, ci conoscevamo bene. Non eri di carattere semplice, ma avevi una disponibilità incredibile. Parlavi poco in pubblico ma le attenzioni della gente ti facevano piacere. Con te la carta bollata da firmare era un eccesso di zelo, per tutto bastava la parola. Sei andato via in punta di piedi, senza dare fastidio a nessuno. Per puntiglio eri capace di non rivolgere la parola anche a chi ritenevi tuo amico, senza mai smettere però di volergli bene e non aspettavi altro che di riabbracciarlo. Eri particolare, ma tutti ti accettavano per come eri. I ricordi più belli li porterò nel cuore, senza sventolarli ai quattro venti, generoso? Di più! spontaneo? Di più! Da dirigente e da presidente dell’Ischia ti sei fatto conoscere sull’isola intera e sulla terraferma. Sei entrato nei cuori della gente e non ne sei più uscito. E non ne uscirai, per tutti rimarrai sempre Teodoro. In un attimo scorre davanti ai miei occhi una vita intera, con tanti episodi incontrastati in cui sei stato protagonista. Hai avuto tanti amici nella tua vita, ma quelli veri li potevi contare sulla punta delle dita di una mano sola. Non se la prenderà Enrico Scotti se lo menziono in questo frangente, ma credo che una spanna su tutti gli altri ci sia lui. Forse non avrà litigato con nessuno tante volte come ha fatto con Enrico, ed ogni volta ha rifatto pace ed entrambi non aspettavano altro. Scontro fra forti personalità, con tanta stima e rispetto fra di loro. Tra di loro, tra di noi, non è cambiato niente, la morte non inficia la vita, vietato piangere, ma solo in pubblico, in privato le lacrime cadranno copiose. Ciao Teodoro