• “The Nutcraker” è nato il mio albero di Natale

    Dalla passione per il Teatro e per il balletto “The Nutcraker” è nato il mio albero di Natale di quest’anno. Sono stata sveglia fino all’alba per creare il “Puntale Ballerina”, ora la mia ballerina è pronta per vivere il suo sogno insieme alla mia collezione di Schiaccianoci.
    Il Teatro è chiuso, ma noi sogneremo sempre ad occhi aperti.
    Grazie Andrea Scalera perché sei più pazzo di me❤️
    Ps. Fbook mi ha tolto la colonna sonora, se volete ascoltate a parte le musiche dello Schiaccianoci di Čajkovskij che sono una poesia per il condotto uditivo, non ho ancora acquistato i diritti

  • BISOGNA FARE L'ALBERO ED IL PRESEPE PER I BAMBINI

    Devo fare l Albero e il Presepe ..... la voglia non c'è, ma i bambini devono avere l idea della normalità e poi.... potrebbe essere anche l ultimo tutti insieme

  • OSPEDALE RIZZOLI. DA MAMMA POSITIVA E’ NATO BAMBINO NEGATIVO AL COVID-19

    Il parto è avvenuto nella giornata di ieri presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale di Lacco Ameno. Il bambino venuto alla luce è stato sottoposto a tampone per verificare l’eventuale positività al covid-19, che con molta probabilità poteva essergli stata trasferita dalla mamma contagiata, ma fortunatamente il suo tampone è risultato negativo.
    la bella notizia è stata data da TeleIschia

  • La vita è anche economia ma non è solo economia.

    Studenti lontani dalla aule, fasce sensibili come la disabilità a carico delle sole famiglie, attività sociale e assistenziale al lumicino e sentir solo parlare di Natale necessario per far ripartire i consumi. La vita è anche economia ma non è solo economia. Massimo il mio rispetto per la ristorazione, il turismo e tutto il resto. Ma vogliamo parlare anche di altro? Organizzare attività sociali, assistenziali, sportive, didattiche, spazi aperti che assumono importanza vitale. Non siamo solo produttori e consumatori. Siamo esseri umani e da quando lo abbiamo dimenticato stiamo facendo solo macelli!

  • LE TANTE CATENE CHE SI FANNO, QUESTA E' FRA LE MIGLIORI

    CHIUNQUE FOSSE IN ISOLAMENTO COVID, SENZA PARENTI E AVESSE BISOGNO DELLA SPESA, DI UN FARMACO, O QUALSIASI ALTRA COSA, MI PUÒ CHIAMARE O SCRIVERE IN PRIVATO.
    NON É UNA COLPA,
    NON C’ É PERICOLO AD AIUTARE METTENDO UNA BUSTA DIETRO AD UNA PORTA.

    SIAMO TUTTI NELLA STESSA BARCA...
    E A PRESCINDERE DA QUESTO NEL MIO PICCOLO, LAVORO ED IMPEGNI PERMETTENDO, MI METTO A DISPOSIZIONE PERCHÉ UN AIUTO, PER QUANTO POSSIBILE, NON SI NEGA A NESSUNO.

    Si fanno tante catene inutili, questa vale la pena.
    Nessuno va lasciato indietro né da solo.

    Presente!

  • non ho mai scritto di calcio, ma Lui ...

    Mai scritto niente sul calcio.....
    tu sei un altra cosa , tu sei stato e sempre sarai l’eroe della mia infanzia , il più grande di sempre!
    Oggi è uno di quei giorni che non dimenticherò mai !
    Grazie per quello che sei stato per chi ama questo sport ....
    buon viaggio Diego

  • METTIAMO LA MASCHERINA, MA E' OPPRIMENTE E...

    La mascherina inibisce il respiro. Crea un senso di soffocamento. Non fa traspirare la pelle e fa respirare anidride carbonica. Siamo disposti ad accettarne un uso eccezionale per questo periodo con responsabilità e rispetto. Ma per piacere, sono assurdi gli accostamenti che leggo alle cinture di sicurezza o altre misure che certo non hanno nulla in comune con quello che è un vero e proprio bavaglio. Così ne fate venire veramente il rigetto.

  • SGARBI E BRIATORE DOVREBBERO ESSERE RINCHIUSI

    di benedetto valentino


    Sono stato tra quelli che hanno fatto gli auguri di guarigione a Briatore, ma queste follie, come quella di Sgarbi e dello stesso Briatore, sono inammissibile.
    Per 4 buffoni non possiamo rischiare un nuovo lockdown come quello già preannunciato da Macron in Francia oppure alla chiusura delle frontiere come sta già facendo l’Ungheria di Orban.
    Ci vuole senso di responsabilità, non si può fare sempre i fenomeni a costo di vite umane da sacrificare. Non c’è niente da sorridere di fronte a certe pagliacciate. Quelli come Sgarbi e Briatore dovrebbero essere rinchiusi. Altro che legge Basaglia!

  • QUALCUNO MI CHIEDEVA PERCHE' GLI ANZXIANI SI ANCHE FARE DEL BENE è DIFFICILE DI QUESTI TEMPI

    ANCHE FARE DEL BENE E' COSA COMPLICATA



    Sembra facile fare del bene in un contesto dove le regole non si osservano, la guerra fra poveri è cruenta, per conquistare un posto nella file di attesa si crea violenza e disagi. Parliamo della mensa dei Poveri a Piazza Mercato a Napoli. Una mensa tenuta in vita con grandi sacrifici ma con enorme disponibilità da parte dei frati carmelitani. Chi dà tutto il tempo che può per farla funzionare al meglio è padre Francesco Sorrentino, che per aiutare chi ha bisogno non chiede la tessera della fede, ma solo collaborazione da parte di chi ne è il beneficiario. la mensa ha sempre avuto grande affluenza, ma in questo periodo il numero dei poveri è triplicato se non di più e non solo, visto che per poter essere in fila bisogna anche mantenere le distanze e le mascherine, ma chi non ha un animo ben disposto, scavalca e non osserva. Anche per fare del bene c'è bisogno di ordine. e padre Francesco si è visto costretto a chiamare i carabinieri per mantenere l 'ordine. Poi anche loro hanno inteso lasciar perdere e si sono dedicati altrove. ora padre Francesco Sorrentino si trova a combattere da solo contro il disordine sociale, fa quello che può e gradirebbe una mano da chi può darla. fare del bene non è cosa semplice specie in questo periodo