SI PRESENTA MOLTO BENE L'ASSSESSORA LOMBARDA MORATTI PRATICAMENTE PIU'VACCINO A CHI E' PIU' RICCO

Vaccini anti Covid, Moratti: "La ripartizione anche in base al Pil della Regione". Ed è polemica. Speranza: "La salute non è un privilegio"

In una lettera al commissario Arcuri i quattro parametri da considerare per distribuire le dosi, tra cui la la ricchezza prodotta dalla Regione. In serata dall'assessorato al Welfare precisano: il senso era "se si aiuta la ripresa della Lombardia si contribuisce alla ripresa del Paese". Entro domattina al Tar del Lazio il ricorso della Lombardia contro il Dpcm

Il contributo che le Regioni danno al Pil, la mobilità, la densità abitativa e le zone più colpite dal virus: sono i quattro parametri che la vicepresidente e neoassessora al Welfare della Regione Lombardia Letizia Moratti ha chiesto di tenere in considerazione per la ripartizione dei vaccini anti-Covid, in una lettera inviata al commissario Domenico Arcuri. E la scelta del parametro della ricchezza di cui si è parlato nella riunione di Moratti con i capigruppo in Regione ora è al centro delle polemiche.

 

COSI’ INTENDIAMO CREARE POSTI DI LAVORO E INCREMENTARE IL PIL LOCALE

di Giacomo Pascale sindaco di Lacco Ameno

    • COSI’ INTENDIAMO CREARE POSTI DI LAVORO E INCREMENTARE IL PIL LOCALE: “NUOVA ROTTA MARITTIMA A TRAZIONE CULTURALE”, A BREVE PROTOCOLLO D’INTESA TRA LACCO AMENO, BACOLI, PROCIDA E FORIO. LA REGIONE CAMPANIA INTERESSATA! PATTO CON JOSI DELLA RAGIONE (BACOLI).
      Con grande entusiasmo, annuncio che stiamo lavorando ad un grande progetto assieme ai Comuni di Bacoli, di Procida e di Forio. A tal proposito, nel week-end, una delegazione del Comune di Lacco Ameno è stata accolta in modo eccezionale dall’Amministrazione di Bacoli, guidata dal Sindaco Josi Della Ragione, con cui abbiamo siglato un patto d’amicizia e collaborazione.
      A giorni, firmeremo un protocollo d’intesa col quale chiederemo alla Regione Campania l’attivazione della linea marittima Torregaveta-Procida-Lacco Ameno. Lungo questa rotta intendiamo creare un circuito turistico, culturale e paesaggistico capace di attirare nuovi turisti. Quindi, intendiamo adoperare questo collegamento per congiungere le nostre attrazioni maggiormente rilevanti, tra cui siti archeologici e di interesse culturale. E, indirettamente, tutte le attività economiche connesse, dai ristoranti agli alberghi.
      Ma non saremo soli in questa avventura, perché il protocollo d’intesa sarà siglato anche con Forio e con Procida, capitale italiana della cultura nel 2022. Siamo fiduciosi perché il Governatore Vincenzo De Luca e il Vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola hanno mostrato un notevole interesse all’iniziativa.
      Speriamo che il tutto si possa concretizzare quanto prima, mettendo a sistema la sensibilità istituzionale giusta e necessaria, così da mettere in rete questi Comuni e soprattutto i loro siti turistici e culturali. Generando, a cascata, un effetto dirompente sulle attività economiche dell’indotto. Tutto ciò affinchè il mare diventi una risorsa che unisca e non divida!
      nella foto i sindaci Della Ragione e Pascale
       
       

 

W I PROCIDANI

Di Geppino Cuomo
 
Procida e i procidani vedono avverarsi un sogno. Capitale della cultura 2022. Forse inizialmente hanno partecipato per fare qualcosa, per non rimanere con le mani in mano, perchè a Procida hanno sempre qualcosa da fare, ma pochissimi credevano di poter riuscire nell'impresa. Quando da 28 località si è scesi a 10, beh, qualcuno ha cominciato a crederci davvero e l'impresa li ha fatti impaurire. Bisognava fare le cose sul serio e farle bene, perchè l'Italia intera puntava i suoi fari sull'isola di Graziella e brutte figure da queste parti non se ne tollerano. Stamattina, non nascondo che ho seguito in diretta tutta la cerimonia e mi sono emozionato moltissimo. Al contrario di me, e dei partecipanti che erano in diretta, chi ha mostrato tranquillità e responsabilità oltre la sua età è stata quella studentessa che ha parlato con calma, con cognizione di causa e padronanza di sè, senza tentennamenti. alla fine avrei voluto abbracciarla. Chi ha detto che la gente di una piccola isola non è evoluta e capace quanto e forse più di persone di una grande città? Questa giovane figlia di Procida ha dato un grosso contributo alla causa e mi sento di ringraziarla, così come sono da ringraziare tutti i componenti dello staff. Qualcuno ad Ischia ha rosicato, non per la nomina di Procida a capitale della cultura 2022, ma perchè ha pensato che al posto di Procida poteva esserci Ischia. Io non l'ho mai pensato. Ischia è fonte culturale di prima grandezza, ma mai sarebbe stata all'altezza organizzativa di Procida. L'Isola di Arturo non ha le bellezze ischitane, non ha la cultura ischitana, ma ha una grande virtù, l'unità del popolo procidano. Ad Ischia abbiamo sempre ammirato questa dote dei nostri cugini. Quando c'era da protestare si presentava e si presenta l'intera isola, quando c'è stato da rappresentare l'isola fuori di essa, sono stati sempre uniti, vedi Festa di Sant'Anna ad Ischia, noi ischitani già siamo divisi all'origine in sei comuni, e non sappiamo unirci nemmeno all'interno dei comuni stessi. No, non c'è invidia e non c'è gelosia da opporre ai procidani. Brindiamo con loro al loro successo come ad un successo di un fratello minore e se possibile stiamo vicini all'evento che sicuramente ci coinvolgerà se non in prima persona, almeno di riflesso. La più piccola isola partenopea, sempre vituperata da tutti, ora è la più coccolata e meritatamente. Ora potrà risplendere di luce propria ed è giusto che a lei vadano i nostri complimenti.

 

STREPITOSI , PROCIDA SARA' LA CAPITALE DELLA CULTURA 2022


 

HA VINTO BATTUTE LOCALITA' COME BARI TARANTO L'AQUILA VERBANIA TRAPANI

CONTE NON PUO' TENERE IL PAESE SOTTO SCACCO.

di Vito Iacono

 

CONTE NON PUO' TENERE IL PAESE SOTTO SCACCO. SE NON HA I NUMERI SI FACCIA DA PARTE.
Ora mancano i voti - Conte teme trappole: «O questo governo o le elezioni anticipate. E girerò casa per casa».
Ma come si fa a pensare di resistere a prescindere, non è la stagione per un governicchio o il tempo di cercare i voti di volta in volta.
C'è bisogno di un governo di altissimo profilo che goda di numeri importanti in Parlamento. Se il problema è il premier è lui che deve andare a casa, non lui che deve andare casa per casa.
Chi vuole portare il Paese alle elezioni, da moderno Marchese del Grillo, se ne assume le responsabilità. Sta tradendo la volontà ed i bisogni di un Paese che, a torto o a ragione, ha paura delle urne. Voglio bene al mio paese più di quanto mi inquieti il Premier Conte ed è per questo che avrei accettato anche un Conte Ter, ma se non ha i numeri deve lasciare libero il Paese, il Presidente della Repubblica ed ancora di più il Parlamento di trovare altre strade. Non ha i titoli per ricattare il Paese, non fosse altro perché non è mai stato eletto.
Ci andasse comunque casa per casa a chiedere scusa per le sue ambizioni ai limiti della violenza, per aver dato voce e sostanza a forze politiche sovraniste, razziste e giustizialiste con atti e fatti precisi senza mai provare vergogna ed imbarazzo.
Spero che le forze politiche recuperino dignità e ruolo per dare le giuste risposte ai bisogni ed alle aspettative della nostra gente.
Ho paura è non poco degli "irresponsabili", sei uno dei "pochi" potrebbe essere il becchino Mario Monti che ha il coraggio di dichiarare:
"sarebbe meglio che lo Stato favorisse la ristrutturazione o la chiusura, con il necessario accompagnamento sociale, per destinare le risorse ad attività che si svilupperanno, invece che a quelle che purtroppo non avranno un domani."
Aberrante e preoccupante.
L'Italia e gli Italiani meritano decisamente un avvenir migliore, ognuno di noi ha il diritto di credere nel proprio domani con dignità ed orgoglio e lo Stato ha il dovere di aiutarci altro che "accompagnamento sociale" fino alla morte!

 

nella foto Vito Iacono
 
 

SE NON LO HAI FATTO PER LE FESTE, REGALA E REGALATI ORA LA STORIA DEL CALCIO AD ISCHIA
da quando il pallone ha fatto la sua comparsa sull'isola, fino al raggiungimento del massimo traguardo. un libro scritto da Geppino Cuomo

  • JET SET IL TUO NEGOZIO DI CALZATURE ALLA MODA

    CENTRO STORICO
    VIA LUIGI MAZZELLA
    ISCHIA PONTE

  • CEFIM IMMOBILIARE, LA TUA AGENZIA SULL'ISOLA D'ISCHIA

    CENTRO STORICO
    VIA LUIGI MAZZELLA 70
    ISCHIA PONTE
    3492252578 - 08118812117

  • TROVERAI LA TUA MUSICA CD DVD GADGET SIGARETTE ELETTRONICHE E TANTI OGGETTI DA REGALARE

    CENTRO STORICO
    VIA SEMINARIO
    ISCHIA PONTE
    tel 081982396

S P O R T S P O R T S P O R T SPORT SPORT SPORT

19. Gen, 2021

IL MILAN VINCE MA NON CONVINCE

Continuiamo a dire che questo è un campionato strano e che nobn ha una sua identità precisa. Il Milan con il rientro di Ibra ha colto un successoa Cagliari co9n un ennesimo calcio di rigore dubbio. E' il dodicesimoin questo torneo e kla gente continua a non credere nella solidità dei rossoneri. Si punta molto più sui erazzurri e anche sul rinascente azzurro Napoli. La vittoria sulla fiorentina, straripante, ha posto nuovament eil dilenmnma: Napoli si, Napoli no. Molto dipenderà anche dal risultato della supercoppa con la Juventus, vero banco di prova dei valori in campo. Chi vincerà la gara di domani9 sera, non porterà a casa solo la coppa, ma anche molto credito sulla vittoria delo campionato. La Juve ha i sette spiriti, si è sempre detto e può contare su molte amicizie che al momento opportuno ti danno una mano, ma al momento è sembrata una squadra alla deriva. Una eventuale sconfitta col Napoli, potrebbe anche procurare un lassismo generazionale. Siamo ancher alla svolta finale della camapgna acquisti. >Il Napoli dice di voler solo cedere e di non acquistare nessuno, ma la gente sia spetta da un momento all'altro l'arrivo di un esterno basso di sinistra. Andato via ormai Milik e Malquit, ci si aspetta che gli azzurri si rinforzino dove hanno nmostrtato qualche carenza.

19. Gen, 2021